Ultima modifica 2019-12-06 09:34:38

News C Silver: Il Kolbe vince sul filo di lana una gara sempre a rincorrere Cuneo.

 

17/11/19

Partono forte gli ospiti e dopo 2' coach Abrate deve chiedere time out dopo l'8-0 esterno.
Il Kolbe fa fatica soprattutto in attacco, ma in generale i biancorossi sono poco intensi e concentrati, Cuneo prova a scappare e trova il +10 grazie a un Deday in grande spolvero.
Nel 2° periodo il Kolbe aggiunge aggressività e percentuali in attacco, Aralla trova con continuità il canestro e al riposo lungo i padroni di casa sono a -5.

Al rientro dalla pausa i ragazzi di coach Abrate provano a stringere ulteriormente le maglie difensive, ma non riescono ad essere molto efficaci in attacco così al 30' Cuneo rimane avanti di 5 lunghezze.
Nell'ultimo periodo gli ospiti risalgono a +8 con Conti sugli scudi, ma il Kolbe sta attaccato grazie alla presenza di Migliori sotto le plance e soprattutto alle iniziative di Di Micco che riporta in scia il Kolbe; Cuneo però prova a gestire nonostante la stanchezza e a 2,20" dal termine è ancora avanti di 7 con due liberi di Maccario.
Di Giorgio però non ci sta e recupera due palloni importantissimi innescando Di Micco e De Santis per il vantaggio interno a 25" dalla fine... ultimo attacco di Cuneo, parapiglia in area palle sporcate ma nel flipper sotto canestro ha la meglio Conti che firma il pareggio a 4" dalla sirena.
Time out di coach Abrate: palla a Di Micco 1c1 efficace perché subisce fallo. Dalla lunetta il nr. 16 biancorosso è glaciale e Cuneo non può sfruttare l'ultimo secondo rimanente. Risultato finale: 56 a 54

Kolbe: Rostagno ne, Penna ne, Aralla 13, Di Giorgio 7, Danna 6, Scarano, Farris, Di Micco 12, Desantis 6, Migliori 8, Trinchero 4

Clicca qui per vedere tutte le foto!

Le parole del coach Stefano Abrate dopo la partita della C Silver contro Cuneo Granda Basketball:

“Sono particolarmente soddisfatto per come i giocatori hanno saputo interpretare in campo il piano partita preparato in settimana.
Purtroppo la gara è stata resa complicata dalla solita partenza ad handicap: siamo troppo poco presenti ad inizio primo quarto e questo ci costringe quasi sempre ad inseguire, ma questa volta siamo stati bravi negli episodi finali.
Credo che la squadra stia offrendo un ottimo esempio di determinazione agonistica: dobbiamo crescere sotto molti punti di vista, siamo giovani e talvolta ne paghiamo lo scotto, ma non facciamo mai un passo indietro come gruppo e non ci diamo mai per vinti. Il nostro pubblico, che sta iniziando ad affezionarsi alla squadra, può senz’altro essere orgoglioso di come si stanno comportando in campo questi ragazzi“

 


Contattaci